layout_header_artisti

Ugo La Pietra

Biografia

Ugo La Pietra

Nato a Bussi sul Tirino (Pescara) nel 1938, vive e lavora a Milano.

Artista, architetto, designer, dal 1962 Ugo La Pietra ha sviluppato un’attività tendente alla chiarificazione e definizione del rapporto individuo-ambiente. All’inizio di tale processo di lavoro ha realizzato strumenti di conoscenza (modelli di comprensione) tendenti a trasformare il tradizionale rapporto opera-spettatore. Ha operato dentro e fuori le discipline dichiarandosi sempre “ricercatore nelle arti visive”.

Artista anomalo e scomodo, e quindi difficilmente classificabile, dal 1960 con le sue ricerche La Pietra ha attraversato diverse correnti artistiche: arte segnica, arte concettuale, arte ambientale, arte sociale, narrative art, cinema d’artista, nuova scrittura, extra media, neoeclettismo, architettura e design. Ha comunicato e divulgato il suo pensiero e le sue esperienze attraverso un’intensa attività didattica e editoriale. Si è fatto promotore di gruppi di ricerca (Gruppo del Cenobio, Gruppo La Lepre Lunare, Global Tools, Cooperativa Maroncelli, Fabbrica di Comunicazione, Libero Laboratorio) e di attività espositive coinvolgendo un grandissimo numero di operatori (artisti, architetti, designer).

Ugo La Pietra ha realizzato più di 900 mostre personali e collettive. Tra le personali più recenti: Istruzioni per abitare la città, CIAC, Foligno (2018); Textured Field. Signs and the Urban 1964/1972, Studio Dabbeni, Lugano (2017); Abitare è essere ovunque a casa propria, MAGA, Gallarate (2016); Ugo La Pietra, Triennale Design Museum, Milano (2015); Ugo La Pietra, FRAC Centre, Orléans (2009). E tra le collettive: PoliArte (L’Arte delle Arti), Galleria Enrico Astuni, Bologna (2019); Sound, Artissima Officine Grandi Riparazioni, Torino (2018), Take Me (I’m Yours), Villa Medici – Accademia di Francia, Roma (2018); Doppio schermo. Film e video d’artista in Italia dagli anni sessanta a oggi, MAXXI, Roma (2017); Ecovention Europe: Art to Transform Ecologies 1957-2017, Museum het Domein, Sittard, Olanda (2017); The Objects Biennial, R & Company Gallery, New York (2016); Earthrise. Visioni pre-ecologiche nell’arte italiana (1967-73), Parco Arte Vivente, Torino (2015); Hippie Modernism: The Struggle for Utopia, Walker Art Center, Minneapolis (2015); Architectures d’urgence, Pavillon Vendôme, Clichy (2014); The System of Objects, Deste Foundation for Contemporary Art, Atene (2013); Addio anni settanta, Palazzo Reale, Milano (2012); Fuori! Arte e spazio urbano 1968/1976, Museo del Novecento, Milano (2011); Environments and Counter Environments: Italy the New Domestic Landscape, MoMA 1972, New York, Basilea, Barcellona, Stoccolma (2010). Ha esposto inoltre al Museum of Modern Art di New York, al Centre Pompidou di Parigi, al Museum of Contemporary Craft di New York, a Palazzo Galvani di Bologna, alla Neue Galerie di Graz, a Palazzo dei Diamanti di Ferrara, alla Fortezza da Basso di Firenze, alla Fondazione Ragghianti di Lucca, al Museé Départemental di Gap, al Museum für Angewandte Kunst di Colonia, al Nordico-Museum di Linz, al Museo della Permanente di Milano, al Royal College of Art di Londra, alla Biennale di Châteauroux, alla Biennale di Albissola, a Palazzo Bricherasio di Torino, alla Fondazione Umberto Mastroianni di Arpino, allo Spazio Oberdan (Cineteca Italiana) di Milano, al Museo di Villa Croce a Genova, alla Fondazione Orestiadi di Gibellina, alla Fondazione Mudima di Milano, al FRAC Centre di Orléans, al MIC di Faenza, al Musée d’Art Moderne di Saint-Etienne, al MAGA di Gallarate, al Canadian Centre for Architecture di Montreal.

Ugo La Pietra ha partecipato a grandi rassegne fra cui: Mostra internazionale di architettura, Biennale di Venezia (1980); XXXVIII Esposizione internazionale d’arte, Biennale di Venezia (1978, 1970).

Sue opere fanno parte di importanti collezioni fra cui: MoMA, New York; SF MoMA, San Francisco; Centre Georges Pompidou – MNAM, Parigi; FRAC Centre, Orléans; Musée d’Art Moderne de Saint-Etienne Métropole, Saint-Etienne; National Museum of Modern Art, Tokyo; Universalmuseum Joanneum, Graz; Triennale Design Museum, Milano; Museo del Novecento, Milano; MAGA, Gallarate; CSAC, Parma).

Mostre

Pubblicazioni

Gallery