Mostre


pel_7868

David Medalla. Locus Solus. Omaggio ad Arthur Rimbaud

David Medalla 


Bologna, Galleria Enrico Astuni
dal 02.12.2017 al 18.02.2018

A cura di: Lorenzo Bruni

Comunicato stampa: PDF

La Galleria Enrico Astuni presenta sabato 2 dicembre 2017 alle ore 18,00 la personale dell’artista originario delle Filippine David Medalla dal titolo Locus Solus. Omaggio ad Arthur Rimbaud, a cura di Lorenzo Bruni. La mostra si completa con opere legate al progetto ‘Mondrian Fan Club’, che Medalla porta avanti dal 1992 insieme all’artista di origine australiana Adam Nankervis. La mostra è stata ideata e realizzata nel periodo di settembre e ottobre 2017, in cui David Medalla è stato ospite a Bologna in uno speciale programma di residenza ideato appositamente per lui dalla Galleria Enrico Astuni.

 

Il progetto Locus Solus. Omaggio ad Arthur Rimbaud di David Medalla, a cura di Lorenzo Bruni, è costituito da dipinti, disegni, foto di performance e grandi installazioni al tubo di neon realizzate appositamente per l’occasione. Queste opere esposte assieme per la prima volta rappresentano la sintesi della sua lunga indagine, iniziata più di cinquant’anni fa, attorno al dialogo tra poesia, letteratura e arti visive. Nella mostra confluiscono le memorie dei viaggi di Medalla in Italia e in Europa realizzati dagli anni Settanta in poi, dovuti alle diverse partecipazioni a mostre internazionali, oltre alla sua minuziosa conoscenza della letteratura, da Artur Rimbaud a Fëdor Dostoevskij fino alla Divina Commedia di Dante Alighieri. Le differenti suggestioni liriche, ma anche i fatti storici, artistici e politici che le “singole narrazioni” esposte nella mostra sollevano, si muovono attorno a due poli opposti quanto conniventi. Uno è rintracciabile nella grande installazione a parete dal titolo M’ Illumino D’ Immenso liberamente ispirata alla figura del poeta Giuseppe Ungaretti, che consiste in un disegno luminoso di differenti colori realizzato in neon che dialoga con una composizione materica in ceramica realizzata dalla Bottega Gatti di Faenza. L’altro polo è, invece, rappresentato dai differenti interventi dell’Artista insieme ad Adam Nankervis come ‘Mondrian Fan Club’, realizzati in varie parti del mondo, tra cui la città di Bologna. Quest’ultimi saranno esposti con una speciale installazione in modo tale da creare non un archivio, ma una piattaforma di dialogo in cui la riflessione sul ruolo dello spettatore e quello dell’autore, come l’idea dell’opera in quanto veicolazione di idee o di immagini, possa svolgersi in una dimensione al di fuori di giudizi di valore prestabiliti.

 

Maura Pozzati, Locus Solus, Le arti di Medalla, Corriere di Bologna, 02.12 2017

 

Paola Naldi, L’arte nomade di David Medalla: una mostra-autobiografia a Bologna, Repubblica Bologna. it